Le Cabinet Masson (di Cristian Borghetti e realizzato con StreetLib Write)

Primi anni del ‘900.

Bastien lascia Parigi, luogo di sicurezza e vita conosciuta, e raggiunge Marsiglia, città di porto, dove mangiando pane e paura, impara i segreti della difficile arte del tatuaggio. La strada è dura ma non è solo, al suo fianco, infatti, cammina anche Philippe Masson.

Philippe si rivela un maestro di spessore ma i suoi insegnamenti sono conditi da modi brutali e azioni impietose. Da lui Bastien apprende la più aspra delle verità: non può sbagliare. Già, l’errore non è contemplato perché a un pittore è concesso di buttare via una tela sbagliata, ma un tatuatore non ha rimedio su un lembo di pelle rovinato. Philippe quindi si incarica di fornire al proprio allievo della pelle a buon mercato, ossia quella delle prostitute, che per pochi soldi accettano il rischio di venir deturpate. Lì, su quei banchi di scuola fatti di carne, Bastien inizia il nuovo mestiere e lo fa partendo da una bambina, figlia della prostituta preferita di Philippe. Quando ha finito, nemmeno ricorda il nome della piccola ma ci ripenserà, con qualche senso di colpa, anni dopo.

 

 

Il tempo passa, Philippe muore per una ferita al fegato infertagli da uno sconosciuto. Bastien, oramai solo ma completamente istruito, torna a Parigi. Ora è un uomo ambizioso, desideroso di usare gli anni di esperienza accumulati a Marsiglia. Riesce nel proprio intento, apre uno studio che chiama Le Cabinet Masson, in onore di Philippe, e la città gli offre opportunutà inaspettate. Ma non tutto è come sembra e ben presto dovrà iniziare a pagare i debiti – morali- che si è lasciato alle spalle e che nessuna somma di denaro potrà coprire.

 

11229962_10207031301171804_9132491902107640882_n

 

 

Il finale è inaspettato e ammetto che non me lo aspettavo. Mi è piaciuto perché chiude perfettamente una storia scritta molto bene. In alcuni tratti il ritmo si è fatto incalzante ma credo che sia una scelta funzionale dell’autore. L’insieme è molto più che positivo e sono stata contenta d’averlo letto e recensito. Lo consiglio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...