Il Prato delle Fate (estratto di “Nanga Parbat”)

La jeep subìva sussulti e strattoni ma non mollava, era allenata per quel percorso. I ripidi pendii si trasformavano in bellissime cascate in vista dell’Indo, da entrambi i lati declivi e imponenti baratri lungo una salita che sembrava interminabile. Il paesaggio brullo si addolcì solo a 2.800 metri di quota quando il primo verde ed … Leggi tutto Il Prato delle Fate (estratto di “Nanga Parbat”)

Le Cabinet Masson (di Cristian Borghetti e realizzato con StreetLib Write)

Primi anni del ‘900. Bastien lascia Parigi, luogo di sicurezza e vita conosciuta, e raggiunge Marsiglia, città di porto, dove mangiando pane e paura, impara i segreti della difficile arte del tatuaggio. La strada è dura ma non è solo, al suo fianco, infatti, cammina anche Philippe Masson. Philippe si rivela un maestro di spessore ma i … Leggi tutto Le Cabinet Masson (di Cristian Borghetti e realizzato con StreetLib Write)

La bambola dell’alchimista (di Bianca Pitzorno; Oscar Mondadori editore)

Eccoci qui, nel mondo che preferisco: quello dei bambini, magico e sconosciuto -o meglio, dimenticato- a gran parte degli adulti. Le parole sono quelle di Giuliana...godetevele!   Due bambini di 8 anni tra loro sconosciuti, Teo e Lavinia, si incrociano per via di “alchemiche coincidenze” dopo che una stramba fata gli affida doni dagli straordinari … Leggi tutto La bambola dell’alchimista (di Bianca Pitzorno; Oscar Mondadori editore)

L’immagine misteriosa (di Ninetta Pierangeli; Augh editore)

Se decideste di leggere un libro con un bell'intreccio, questa sarebbe la scelta giusta! É scorrevole, interessante e piacevole. Personalmente ho trovato la parte dialogica un po' plastica ma credo sia funzionale alla narrazione, peraltro molto dettagliata e approfondita di suo, a dispetto della lunghezza (si legge in poche ore😉) La storia ha due fronti ma … Leggi tutto L’immagine misteriosa (di Ninetta Pierangeli; Augh editore)

Più salgo più valgo (estratto di “Nanga Parbat”)

Il bianco che c'è lassù non ha nulla a che fare con l'innocenza. Me ne resi conto tardi, benché i segnali lungo la strada fossero stati chiari. Compresi d'aver raggiunto la vetta perché mi ritrovai a camminare in piano. Così, banalmente, di colpo. Possibile che tutto il mio lavorare, il mio prepararmi, il mio perdermi, … Leggi tutto Più salgo più valgo (estratto di “Nanga Parbat”)